• 1
  • 2
  • 3

Ilaria Ribezzi - mezzosoprano

Inizia da giovanissima gli studi pianistici e a seguire lo studio del canto con il mezzosoprano B.M.Casoni. Continua la sua attività formativa e di perfezionamento presso l 'Accademia del coro Teatro alla Scala di Milano, l'Accademia d'arte lirica di Osimo e nel 2015 l'Accademia Chigiana di Siena. Attualmente si sta perfezionando con il M° Fernando Cordeiro Opa. 

Giovanissima vince il Concorso di Esecuzione Musicale R. Poonselle e il premio giovane promessa al Concorso Internazionale di Musica Sacra di Roma.
In qualità di mezzosoprano solista, ha affrontato elegantemente repertori diversi spaziando dalla musica antica (Vivaldi, Handel, Haydn, Pergolesi, Mozart) a quella romantica e contemporanea
(Saint-Saens, Liszt), specie nell'ambito cameristico e sinfonico, comparendo in cartelloni concertistici di rilievo nazionale tra cui: Teatro di Udine e Orchestra Sinfonica di Savona, Orchestra Sinfonica T. Schipa di Lecce, collaborando con maestri quali F.M. Bressan, C. Tenan, M. Panni, A. Crastolla, M. Quarta, F. Bossaglia, G. Prandi.

Nel repertorio sacro è la voce solista dello Stabat Mater di Pergolesi e della Theresienmesse di F.J. Haydn nella stagione concertistica Arteviva presso la Basilica di S. Maria delle Grazie a Milano dirette da M. Baxiu, dello Stabat Mater di Vivaldi e della Paukenmesse di Haydn (F. M. Bressan), del Gloria RV589 e del Magnificat RV611 di A. Vivaldi ( Andrea Crastolla). Ha cantato inoltre nella IX Sinfonia di L. van Beethoven con l'Orchestra Sinfonica T. Schipa di Lecce (M. Quarta).
Nel settembre 2017 è protagonista del dramma inedito HAYE – Le parole, la notte di M. Montalbetti, diretto dal M° F. Bossaglia presso il Teatro Ariosto di Reggio Emilia.
Recentemente si è esibita nella Petite Messe Solennelle di Rossini nella sala concertistica del Museo Ceco della Musica di Praga.

Nel repertorio operistico ha interpretato i ruoli di Zulma ne L'italiana in Algeri al Teatro Comunale di Sassari  (D. La Stella R. Vizioli), Amenofi in Mosè in Egitto al Teatro Verdi di Pisa e al Teatro Coccia di Novara (D. Pasqualetti,
R. Mucci), Suzuki in Madama Butterfly  al Teatro Massimo Bellini di Catania (D. Fratta, R. Privitera) e Isaura in Tancredi al Juliusz Słowacki Theatre di Cracovia nel Royal Opera Festival (D. Pascoli, R. Schönleber).

Fra i suoi impegni recenti e futuri: Suzuki in Madama Butterfly al Teatro Pergolesi di Jesi, Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso e Teatro Comunale di Ferrara, e voce solista nella Messa di Requiem di W. A. Mozart con l' Orchestra Magna Grecia di Taranto.