• 1
  • 2
  • 3

Luca Di Gioia - tenore

Nato a Milano nel 1968, si diploma in violino nel 1990 presso il Conservatorio G. Verdi della sua città sotto la guida del M° Gigno Maestri ed intraprende subito una intensa attività concertistica. Tra i principali Enti e gruppi da camera con cui ha collaborato figurano: Orchestra Sinfonica della RAI di Milano, Orchestra Guido Cantelli, Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra Carlo Coccia di Novara, Orchestra da camera Alessandro Rolla di Pavia, Orchestra Milano Classica.
E' stato primo dei Secondi violini dell'orchestra "La Piccola Sinfonica di Milano" con la quale ha eseguito anche parti concertanti in importanti sale italiane (Sala Verdi a Milano, Auditorium Santa Cecilia a Roma, Teatro Grande di Brescia ecc.); sempre come violino concertante ha registrato per l'etichetta Foné due dischi con brani dal repertorio barocco. Ha inoltre ricoperto per diverse produzioni i ruoli di Primo dei Secondi violini o Concertino dei Primi violini nell' Orchestra Sinfonica dell'Emilia Romagna Arturo Toscanini e nell'Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. Nel contempo non disdegna la partecipazione in orchestre per importanti appuntamenti di musica "leggera" sulle reti televisive Rai e Mediaset: sei edizioni del festival di Sanremo, quattro edizioni di "Viva Napoli", due edizioni del " Festival Italiano", "Buona Domenica" (1995-96), inoltre ha partecipato come violino di spalla a varie produzioni televisive. Ha collaborato in moltissime registrazioni discografiche e concerti con cantanti nazionali e internazionali (Andrea Bocelli, Laura Pausini, Amy Stewart, Barry White, Gianni Morandi, Gianluca Grignani, Enrico Ruggeri, Roberto Vecchioni, Fiorello, 883, Ron, Ivana Spagna, Pooh, Fabio Concato, Francesco Renga, e altri).
A questa intensa attività concertistica affianca lo studio del canto.
In veste di tenore ha avuto occasione di esibirsi in importanti trasmissioni su reti televisive nazionali (tra le quali Buona Domenica su Canale 5 nel 1995). Nel repertorio sacro è stato interprete di diversi lavori tra i quali i più importanti: la Messa in Do minore K427 (Prima esecuzione italiana, presso il Teatro Donizetti di Bergamo, con materiale originale recentemente ricostruito) e il Requiem K626 di W. A. Mozart, lo Stabat Mater di F. J. Haydn, il Messiah di G. F. Haendel. Ha eseguito nel 2006 la Messa da Requiem di G. Verdi a Brescia, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e critica. Ha interpretato, nel febbraio 2007, la Petite Messe Solennelle di G. Rossini presso il Teatro Coccia di Novara. Nel corso degli ultimi anni si è esibito in recital in Italia e all'estero, anche in sedi quali il Teatro Alfieri di Torino, l'Auditorium Flaiano di Pescara, il Teatro Dal Verme e la Sala Verdi del Conservatorio a Milano, "Teatro Grande" di Brescia e la prestigiosa "Victoria Hall" a Ginevra (CH). Ha interpretato per il Teatro Coccia di Novara i ruoli di Gastone in "La traviata", Pong in "Turandot" Peppe in "Pagliacci" e Goro in "Madama Butterfly" Ha debuttato nel ruolo del Duca di Mantova in "Rigoletto", Rodolfo in "Boheme" e Alfredo in "La Traviata". Nell'autunno 2005 ha partecipato alla produzione "Il Canvetto", operina della tradizione ticinese di A. Filippello, eseguita presso il palazzo dei congressi di Lugano con la regia di Luciana Serra. Nell'anno 2001 risulta primo in graduatoria nel concorso per il coro del Teatro alla Scala con il quale tuttora collabora. Presso lo stesso teatro, ha inoltre collaborato nelle opere Idomeneo di W.A. Mozart (stagione 2006-2007), Cyrano de Bergerac di F. Alfano (stagione 2007-2008), Alcina di G.F. Haendel (stagione 2008-2009) e Death in Venice di B. Britten (stagione 2010-2011). E' membro del quintetto vocale "Italian Harmonists" con cui ha registrato un disco dal titolo "Quando la radio", e con cui ha tenuto un concerto dal vivo per "Radio TRE suite" dagli studi di Via Asiago a Roma, nell'ottobre 2008 si è esibito, sempre per Radio TRE, al palazzo del Quirinale per la stagione "I Concerti del Quirinale", di recente si è esibito con gli Italian Harmonists anche al Blue Note di Milano con entusiastici consensi di pubblico e critica. Dal 2007 dirige l'orchestra ECHO (Evangelical Chamber Orchestra) con cui ha tenuto diversi concerti di "Contemporary Christian Music" in chiese e teatri, riscuotendo ampi consensi di pubblico.