Eugenio Sacchetti - violino

Classe 1992, figlio di due musicisti, ha iniziato lo studio del violino all'età di tre anni presso il "Suzuki Talent Center" di Torino con Lee Robert Mosca, mentre in adolescenza ha intrapreso lo studio del pianoforte, dell'organo e della composizione sotto la guida del padre Arturo. Nel 1999 è entrato a far parte dell'Orchestra Suzuki di Torino, diretta da Lee e Antonio Mosca, con la quale ha compiuto numerose tournée sia in Italia che all'estero (Svizzera, Thailandia). Con questa compagine ha avuto la possibilità di suonare con musicisti di chiara fama (Mario Brunello, Salvatore Accardo). 

sacchetti_e.JPG

Successivamente è stato ammesso al Conservatorio "G. Verdi" di Torino, dove ha sostenuto gli esami fino al compimento inferiore di violino. In seguito ha proseguito gli studi all'Istituto musicale pareggiato della Valle d'Aosta con Fabrizio Pavone, con il quale ha conseguito il diploma di violino con il massimo dei voti e la lode (2013). Nel 2011 ha terminato gli studi di scuola superiore ottenendo la maturità presso il Liceo Classico "Lagrangia" di Vercelli.
Dal 2007 ricopre l'incarico di primo violino nell'orchestra da camera "Atelier d'archi" dell'Istituto musicale pareggiato della Valle d'Aosta. Con la stessa, nel Febbraio 2013, ha partecipato ad una tournée negli Stati Uniti d'America (Orlando, Florida), suonando inoltre con la "Villages Philharmonic Orchestra" diretta dal M° Pasquale Valerio. Ha preso parte a Masterclass orchestrali tenute da musicisti di fama internazionale, come il violoncellista Umberto Clerici (unico italiano premiato in finale al Concorso internazionale "Tchaikovsky" di Mosca nel 2011). Per meriti gli è stato attribuito, dall'Accademia musicale internazionale "Domus Artis Musicae", il Premio Nazionale di Studio per Giovani Musicisti "Don Dante Destefanis" (2005). Ha vinto numerosi premi in occasione di concorsi musicali, tra cui: 1° Premio al Concorso Regionale "Città di Torino" (2001), 1° Premio al Concorso Internazionale "Rotary per la Musica" (2013). Da anni partecipa ad attività concertistiche in formazioni cameristiche e orchestrali in Italia e all'estero. Ha collaborato in veste di orchestrale e solista in numerosi Ensemble collaborando con artisti di fama internazionale (Pavel Berman, Umberto Clerici, Roberto Rossi, Sergio Balestracci, Roberto Ranfaldi, Francesco Tamiati, Anna Kravtchenko, Lorenzo Micheli, Massimo Polidori e molti altri). Attualmente frequenta il Master of Art in Music Performance presso il "Conservatorio della Svizzera Italiana" di Lugano sotto la guida del celebre violinista M° Pavel Berman.
Parallelamente, con il padre Arturo, continua lo studio dell'organo, della composizione e della direzione d'orchestra. Dal 2009 tiene regolarmente concerti d'organo in tutta Italia.
Suona un violino costruito da Celestino Farotto nel 1923.